..già lunedì.

Seduta accanto al finestrino, mentre pittoreschi paesaggi autunnali riempivano il cuore di caldi colori e spingevano al letargo, non potevo fare a meno di pensare che quell’oretta scarsa, impiegata dal treno per percorrere i 60km che mi separavano dalla meta, non doveva essere sprecata, rappresentava infatti l’unico giustificato momento di relax della giornata.  Mancavano solo 24h alla discussione, ed ero catastroficamente in ritardo con la stesura della relazione.
Stranamente nella carrozza il riscaldamento sembrava funzionare e dopo aver ordinatamente appoggiato sul sedile accanto giacca e borsa, srotolato le cuffie del lettore mp3 e premuto il tasto play, nessuno, se escludiamo il controllore, avrebbe potuto frapporsi tra me e qualche agognato momento di ozio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...